Locare casa: come faccio a sapere chi è l’inquilino?

Se sei arrivato fino a qui, probabilmente hai deciso di mettere in affitto (o per meglio dire, locare) una seconda casa.

E come la maggior parte dei proprietari che sono nella tua situazione, ti stai chiedendo: ma come faccio a sapere se la persona che si presenterà è davvero affidabile?

O se mi viene presentata da qualche agenzia, che garanzie ho che sia una persona seria?

Hai ragione a farti certe domande.

Chi non avrebbe almeno un po’ di timore ad affidare il proprio immobile ad uno sconosciuto per un periodo di tempo che è nell’ordine di grandezza degli ANNI?

Ma oggi voglio darti modo di dormire sogni tranquilli, di avere più serenità quando metterai la firma su quel contratto con quello sconosciuto.

Partiamo allora da un semplice ma indispensabile presupposto: scegliere l’inquilino per un contratto di locazione non è questione di “fiuto”, di “impressione a pelle”, di “intuito”.

Qualche proprietario me lo dice sempre che lui “a naso” fiuta subito quelli buoni da quelli non buoni.

Ma se vuoi davvero dormire tranquillo, la chiaroveggenza non è lo strumento migliore per fare la tua scelta.

Può sembrare ovvio, ma devo per forza dirlo.

Sai, è una di quelle cose che le donne senza peli sulla lingua, hanno bisogno di dire.

Perché sarà ovvio, ma ancora oggi molti professionisti, che io chiamo “agenti sensitivi”, scremano le persone in base alle sensazioni che hanno riguardo alle persone che incontrano.

Ma questo metodo cozza violentemente con la capacità dei non pagatori seriali di vendersi bene.

Questi personaggi, che girano e si spostano di appartamento in appartamento creando problemi e disagi ai proprietari, si presentano meglio di moltissime altre persone.

Hanno una buona dialettica, un buon contratto di lavoro, ti mostrano delle buste paga tutto sommato buone rispetto alla media.

Inoltre sfoggiano dei begli abiti e una bella macchina.

Ti fanno dire “Cosa c’è da preoccuparsi? Dò subito l’appartamento ad uno così!”

Ed invece sono i peggiori.

Sono truffatori che dicono solo quello che l’agente sensitivo vuol sentirsi dire.

Adesso per carità, non prendermi alla lettera.

Non è che ai proprietari che si affidano a me presento solo inquilini vestiti come straccioni e che non sanno scandire correttamente due parole di italiano.

Ma sicuramente le doti da sensitivo sono proprio quelle che NON ti servono per capire con chi hai a che fare.

E quali sono i consigli che ti vengono dati qui su internet?

Bè, ho letto di tutto a riguardo.

Cose imbarazzanti.

Addirittura ti consigliano di abbassare il canone di affitto di qualche decina di euro per “stare più tranquillo con i pagamenti”.

Cioè, ma se uno ha difficoltà a darti 600 euro al mese e sei costretto a fargli pagare 550 per essere più tranquillo, ma ti sembra possibile che possa essere un inquilino affidabile?

E se domani deve andare dal dentista?

E se capita un guasto alla macchina?

Non paga più il mese e ti chiama per posticipare a quando avrà recuperato quello che ti spetta?

Ma figuriamoci.

Diffida da chi ti consiglia una strategia del genere.

Come dico sempre, ricordati che sei tu a scegliere l’inquilino e non l’inquilino a scegliere te.

Quindi hai la possibilità di scremare e valutare il miglior inquilino per la tua casa

Cosa fare per capire chi è davvero l’inquilino

La cosa migliore da fare per ottenere l’inquilino che davvero vuoi, è creare un profilo della persona che desideri.

Se non lo dici chiaramente, non puoi pretendere di incontrare solo single, ma verranno a vedere la casa anche le più svariate famiglie con il più svariato numero di bambini e di animali di compagnia al seguito.

Ho incontrato personalmente famiglie con 3 figli, 6 gatti e 4 cani.

Non ho niente contro figli e animali e, per carità, stare in compagnia fa bene.

Ma permettimi di dire che se fossi io proprietaria di una casa e dovessi scegliere tra una famiglia con due figli e una famiglia come quella che ti ho descritto prima, molto probabilmente sceglierei la prima.

E anche se non posso sentirti, credo tu sia d’accordo con la mia risposta.

Quindi identifica l’inquilino, il nucleo familiare, se ha animali o no, se è fumatore o no, la durata del contratto che desideri.

Questa è la prima semplice mossa da fare.

Una volta che l’hai fatto, inserisci questa tua selezione sugli annunci che pubblichi e dillo alle agenzie che ti seguono.

Ma non ti fidare delle chiamate che ti arrivano, perché gli inquilini ti diranno e faranno di tutto per vedere comunque la casa.

Cercheranno ogni tipo di stratagemma per entrare e aggirare i tuoi vincoli.

A questo punto inutile che ti dica che ti serve l’aiuto di un professionista per andare in profondità e capire se chi hai davanti è davvero l’inquilino perfetto.

E non puoi scegliere un professionista qualsiasi, o rischi di trovarti nelle grinfie di una gente sensitivo.

Ti serve un professionista specializzato nelle locazioni residenziali, che abbia un metodo testato e provato per selezionare il miglior inquilino.

Ma se sei uno di quei proprietari che crede nella legge dell’affitto da privato, allora sicuramente quello che ti consiglio è di stipulare una polizza assicurativa.

Ce ne sono di tutti i tipi.

Puoi assicurare i canoni non pagati, i danni all’immobile, le spese legali derivanti dallo sfratto dell’inquilino moroso.

Insomma ce ne sono di tutti i tipi e per qualsiasi tasca.

E se ti va bene riesci anche a dividere il costo proprio con l’inquilino.

Ma ha senso rischiare?

Ha senso investire in una assicurazione per “difendersi” dai rischi di un inquilino se non sai esattamente con chi stai parlando? Se non sai quanto affidabile sia?

Se non paga, per quante assicurazioni tu abbia, sono rogne, pensieri, problemi e avvocati.

Sperando che non faccia danni all’immobile che poi devi risolvere e che non disturbi gli altri condomini.

Sai quanto tempo ti servirà poi per sistemare tutto?

Vuoi finire come molti proprietari a vendere per esasperazione?

Il metodo per locare il tuo appartamento o la tua casa senza pensieri, con la massima rendita ottenibile ed in modo garantito, esiste già.

Se desideri una Consulenza (gratuita) per la Rendita Sicura, vai a questa pagina.

Buona rendita!

Leave a Reply